Il tumulo di Montefortini
Siti storici

I tumuli di Montefortini e Boschetti

I ritrovamenti archeologici nel comune di Carmignano

Carmignano

Nella frazione di Comeana, nel comune di Carmignano, dalle tombe gentilizie ai piedi del colle Artimino rimane il tumulo di Motefortini: una collinetta artificiale con all'interno due sepolture a camera.

 

La prima denominata tholos ha una forma circolare coperta  a falsa cupola e con pilastro centrale. Dal vestibolo coperto si accede alla sala dove si trova la terrazza-altare dove viene deposto il defunto, datata alla metà del VII secolo a.c. . L'altra a pianta rettangolare è più recente di almeno 50 anni. Da entrambi sono stati presi preziosi corredi con splendidi oggetti d'osso e d'avorio, armi in ferro, oggetti in bronzo ed oro, vasellame, una straordinaria coppa di vetro blu e una fiaschetta egizia.

 

Poco distante si trova la tomba dei Boschetti, tomba etrusca di modeste dimensioni formata da una cella a pianta rettangolare,  a cui si accede tramite un vestibolo pavimentato con un'unica lastra. Le pareti sono costituite da grandi lastre di arenaia infisse verticalmente. Qui sono stati recuperato frammenti di collane in vetro blu, resti di armi in ferro e vads di ceramica con figure nere e rosse. L'oggetto più importante è però la pisside d'avorio ricavata da una zanna di elefante.

 

 

 

 

 

Carmignano
Tra pievi e ville cinquecentesche sui dolci colli del Montalbano
Il territorio di Carmignano si estende fra le dolci colline del Montalbano e, oltre al borgo da cui prende il nome il Comune, è costituito da diverse frazioni che contribuiscono in modo determinante a delinearne l’identità, tra queste Artimino, Bacchereto, Comeana, La Serra, Poggio alla Malva, Santa Cristina a Mezzana, Seano e Verghereto. ...
Approfondiscikeyboard_backspace