Raccolta d'arte sacra, Compagnia di Sant'Iacopo a Sant'Agata, Scarperia
account_balanceMusei

La Compagnia di Sant'Iacopo a Sant'Agata, Scarperia

Una collezione d'arte sacra esposta per la tutela e la diffusione del patrimonio artistico

Scarperia

La raccolta d'arte sacra è ospitata nell'oratorio della Compagnia di San Iacopo, un edificio del primo cinquecento posto sul lato sinistro del sagrato della pieve di Sant'Agata. Quest'ultima è il più insigne monumento del romanico mugellano arricchito al suo interno da importanti opere d'arte come le tarsie marmoree del XII secolo, i dipinti di Iacopo di Cione, Bicci di Lorenzo.

Il museo nasce per iniziativa di un gruppo di volontari locali con l'aiuto determinante del pievano don Corrado Paoli che ha concesso il locale ovvero il cinquecentesco oratorio di San Jacopo che fa parte del complesso monumentale annesso alla Pieve e che è stato opportunamente restaurato proprio per ospitare le opere di arte sacra.

Il consistente patrimonio artistico accumulatosi nei secoli presso la Pieve di S. Agata, fatto di tele e tavole dipinte, di terrecotte robbiane, di arredi e suppellettili sacri e di exvoto, insieme alle opere provenienti dalle varie chiese suffraganee circostanti andava tutelato e anche valorizzato e reso fruibile, in qualche caso dopo opportuni restauri.


Orario:
Periodo ora legale: domenica e festivi ore 16-19.
Periodo ora solare: domenica e festivi ore 15-18.
Sempre aperto su prenotazione per gruppi e scolaresche.


Prezzo:

2,50 € intero; 1,50 € ridotto. (Per gruppi oltre 10 persone ).Gratis per minori di 10 anni e ogni prima apertura del mese.


Accesso handicap:
Si

Contatti:

via della Pieve 3
Sant`Agata
SCARPERIA (FIRENZE)
Telefono: 055 8406853; 346 0886832
E-mail: filippobellandi@tiscali.it
http://www.museisantagata.it/

Scarperia
Itinerario nella storia delle colline fiorentine
Scarperia è uno dei centri storici più interessanti del Mugello, una conca interna della Toscana che i valichi appenninici mettono in comunicazione con Bologna e con la Romagna. Il borgo, sorto come avamposto fiorentino lungo la via Bolognese, è poi diventato importante mercato e luogo di sosta sfruttando la sua posizione. ...
Approfondiscikeyboard_backspace