Museo di Arte Sacra di San Casciano Val di Pesa
account_balanceMusei

Museo di Arte Sacra di San Casciano Val di Pesa

Collezione di arredi liturgici, reperti archeologici e modellini di case di tutto il mondo

San Casciano in Val di Pesa

Il museo è costituito dalla Chiesa del Suffragio e comprende anche alcuni edifici adiacenti. Si articole in tre sezioni museali per otto sale espositive. Il Museo, disposto su due livelli, presenta una struttura all'avanguardia, rispettosa dell'ambiente e di facile accesso. Lo dimostrano l'abbattimento delle barriere architettoniche e l'istallazione di un'ampia copertura che sfrutta l'energia solare per il riscaldamento invernale degli ambienti.


Il complesso è stato ampliato e ristrutturato nel corso del 2007/2008 ed è stato inaugurato il 20 settembre 2008.
Ai locali della Chiesa di Santa Maria del Gesù si sono aggiunti i nuovi locali nei quali sono state allestite la sezione archeologica e la sezione delle abitazioni primitive. La prima sezione è costituita dall'aula rettangolare della chiesa stessa, dove sono rimaste le opere originarie. Nella sacrestia adiacente alla chiesa sono riunite le opere più preziose.
Vi è poi una sezione dedicata agli arredi liturgici e ai paramenti.

Nella sezione di Arte sacra numerosi quadri fra cui la "Madonna col Bambino" di Lippo di Benivieri, un dipinto cinquecentesco che rappresenta San Rocco, San Sebastiano e Sant'Antonio Abate, attribuito al Maestro di Tavernelle, l'Incoronazione della Vergine di Neri di Bicci. Nella stessa sala si trovano altre importanti tavole trecentesche a fondo oro, tra le quali: la Madonna col Bambino del Maestro del trittico Horne; diverse opere con lo stesso soggetto di Jacopo del Casentino, di Cenni di Francesco, del Maestro di Sant'Jacopo a Mucciana; e una croce dipinta attribuita al Maestro di San Lucchese, sagomata all'inizio del Quattrocento.


Per la parte degli arredi sacri, sono da segnalare un turibolo e cinque croci astili databili fra il XIV e il XV secolo, due pianete di maniffattura fiorentina eseguite fra il XV e il XVI secolo e un raffinato piviale settecentesco di manifattura francese.
Nella sezione archeologica si propone una lettura dei più antichi documenti della storia di San Casciano V.Pesa. Partendo dal mondo dei principi etruschi del VII sec. a.C. rappresentato da monumenti come la stele dell'arciere proveniente dalla tomba etrusca di Sant'Angelo a Bibbione e da materiali come gli avori e gli oggetti in osso provenienti dal Calzaiolo, si passa attraverso la storia per giungere al mondo romano con le ville e il contesto di oggetti di uso quotidiano.


La sezione delle abitazioni spazia dalla tipica casa colonica del Chianti alle abitazioni primitive, aprendosi a culture di tutto il mondo, con l'obiettivo di far conoscere la grande varietà delle forme edilizie e degli abitat tradizionali, grazie a modellini in scala e a pannelli esplicativi e fotografie d'epoca. la sezione nasce a seguito della concessione in comodato al Comune del Materiale scientifico dell'archivio tipologie edilizie del Dipaetimento di progettazione della facoltà di Architettura.

Altre attrazioni a San Casciano in Val di Pesakeyboard_backspace
San Casciano in Val di Pesa
Porta "fiorentina" al sinuoso paesaggio del Chianti, punteggiata di pievi e di castelli
San Casciano in Val di Pesa è il primo comune del territorio del Chianti che si incontra partendo da nord, una vera e propria porta sulla nota terra di dolci colli coltivati a vite. Il territorio del paese, il cui centro principale è un gradevole borgo arroccato su una collina, è riccamente disseminato di piccoli incastellamenti, pievi e frazioni da esplorare tra i primi sinuosi tornanti che ...
Approfondiscikeyboard_backspace