Abbazia di San Caprasio. Sito archeologico e sale espositive
account_balanceMusei

Abbazia di San Caprasio. Sito archeologico e sale espositive

Collezione di reperti risalenti agli inizi del secolo XII

Aulla
La parte di scavo archeologico musealizzata è all'interno della chiesa, risalente agli inizi del sec.XII. Il museo è allestito nella porzione di edificio dell'Abbazia che non è stato coinvolto dai bombardamenti del 1944 e risale al sec.X-XI. Nel cortile è stato recuperato il chiostro, con all'interno una cisterna del sec.VI.

Il museo è stato costituito nel 2003 a seguito degli scavi archeologici e dei restauri dell'abbazia fondata nel'anno 884.
E' stata musealizzata l'area presbiterianle con la tomba del santo (sec.X) ed i resti delle absidi delle chiese dei sec. VIII e IX.

Lavori di recupero, con demolizione di pareti di sale adibite ad uffici, hanno permesso di recuperare e mettere in evidenza una grande sala capitolare, una porzione di chiostro e altri due locali adibiti a magazzino fino al 2003. In questi spazi è stata allestita l'esposizione museale che illustra la vita nell'abbazia, la storia di San Caprasio, il passaggio dei pellegrini della via Fracigena.

Il museo si propone di illustrare, in sinergia con il Museo di Storia Naturale, l'antropizzazione della confluenza fluviale Magra-Aulella, semplificando, attraverso i reperti rinvenuti, le testimonianze delle frequentazioni umane dalla preistoria, alla cristianizzazione, sino alla distruzione di Aulla dai bombardamenti del 1944.


Contatti:
piazza Abbazia
AULLA (MASSA CARRARA)
Telefono: 0187 420148; 0187 400221
E-mail: cultura@comune.aulla.ms.it, museo@sancaprasio.it
www.sancaprasio.it    
Aulla
Una stretta lingua di terra, alla confluenza tra Magra e Aulella. In passato importante centro religioso
Una stretta lingua di terra, alla confluenza tra Magra e Aulella, racchiude uno dei capitoli più importanti della vita religiosa e civile lunigianese prima dell'anno Mille. Aulla in quegli anni era già un piccolo borgo a difesa dei ponti e delle strade che portavano nella Lucchesia, in Liguria, verso la Cisa: erano quelli gli anni della grande fortuna della via Francigena come strada ...
Approfondiscikeyboard_backspace