fb track
account_balanceMusei

Il Museo Archeologico all'aperto di Pitigliano

Un percorso nella storia etrusca tra la "Città dei vivi" e la "Città dei morti"

Map for 42.62953,11.669401
Pitigliano

Il Museo Archeologico all’aperto di Pitigliano, intitolato al professor Alberto Manzi, nasce contrastare il processo di deterioramento del patrimonio ambientale e con l'intento di valorizzare il patrimonio naturale e storico. L'area archeologica consente al visitatore di immergersi completamente nella storia etrusca di questi luoghi.
Passeggiando nella “Città dei vivi” è possibile ricostruire le varie fasi dell'impianto urbano, che vanno dall' articolato villaggio protostorico dell’Età del bronzo, rappresentato da un modello didattico di abitazione del tipo a capanna circolare realizzato in grandi dimensioni, alla città etrusca con la casa a tre vani e portico.
Una via cava conduce alla sottostante “Città dei morti”, in si può visitare la Necropoli etrusca del Gradone, con tombe a una, due e tre camere che è stata in uso dalla seconda metà del VII secolo fino quasi alla fine del VI secolo a.C.
Qui è possibile visitare la tomba dimostrativa all'interno della quale è stata allestita la sepoltura di Larth e Velia e rivivere la sacralità e le emozioni di una cerimonia funebre etrusca. Un'ulteriore discesa conduce alla Necropoli di San Giovanni con tombe che vanno dal VI al IV-III secolo a.C.

Info: comune.pitigliano.gr.it

Pitigliano
Il fascino di una "Piccola Gerusalemme" scavata nel tufo
Pitigliano si presenta al viaggiatore in uno scenario da fiaba, ergendosi sul crinale di un promontorio di suggestiva e selvaggia bellezza, delimitato da valli verdissime solcate dai fiumi Lente e Meleta. Le alte pareti di tufo, aperte da mille caverne e case-torri, esaltano le qualità di un’urbanistica tipicamente medievale. ...
Approfondiscikeyboard_backspace