Zona archeologica di Vetulonia
account_balanceMusei

Nelle necropoli di Vetulonia sulle orme degli Etruschi

Itinerario fra gli scavi della necropoli

Castiglione della Pescaia
Vetulonia è una delle dodici più importanti città etrusche. Fu riscoperta alla fine dell'Ottocento dalle ricerche archeologiche condotte da Isidoro Falchi. I ritrovamenti hanno confermato la ricchezza di questo centro etrusco, il cui benessere si basava sui bacini minerari del territorio. Il massimo sviluppo della città si ebbe nel VII sec. a.C., nel secolo successivo la città fu cinta di mura. Il declino avvenne nella seconda metà del I sec. a.C.

La necropoli di Vetulonia è una delle più vaste e conosciute e i sepolcreti si estendono sia sul versante orientale che occidentale dei poggi fino alla pianura sottostante, in una campagna ricca di uliveti e vegetazione a macchia.

Lungo un sentiero si incontrano la tomba del Belvedere, il tumulo delle Pietrera della seconda metà del VII secolo a.C.,  la tomba monumentale a tholos formata da due camere sovrapposte; il coevo tumulo del Diavolino, di 80 metri di diametro e, proseguendo il cammino, la tomba della Fibula d'oro.
 
Tombe a pozzetto e a tumulo occupano i siti delle alture chiamate Poggio alla Guardia, Poggio alle Birbe, Poggio al Bello, Colle Broncio e Costa delle Dupiane. Oltre alle tombe è possibile vedere anche resti di case etrusco-romane e resti della cinta muraria.
 
Si consiglia di visitare la zona archeologica all'ingresso del paese e i due siti davanti al cimitero, Costa dei Lippi e Costa Murata.
Castiglione della Pescaia
Vita da spiaggia e un borgo caratteristico circondato da attrazioni uniche
Fra l’azzurro del mare e il verde delle colline è raccolta Castiglione della Pescaia. Il paese, rinomata località balneare, è noto per le belle spiagge e le grandi pinete che proseguono fino a Marina di Grosseto, dove si concludono con la magnifica Pineta del Tombolo. ...
Approfondiscikeyboard_backspace