Montecatini Val di Cecina
location_cityArchitetture

Torre dei Belforti di Montecatini Val di Cecina

Risale all'XI secolo e domina il paese

Via Torricelle, 5
La Torre dei Belforti si eleva solitaria sul punto più alto di Montecatini Val di Cecina e rappresenta l’elemento emergente di quello che fu il sistema difensivo di cui permangono altre torricelle più piccole e di forma rotonda che probabilmente delimitavano la cinta muraria e la via d’accesso al castello.
È una costruzione con base quadrangolare risalente al secolo XI, con mura a filaretto in conci di pietra nera e di straordinario spessore. Considerando i due metri e mezzo d’interrato si può ritenere che la sua altezza originale fosse di oltre trenta metri; la parte inferiore è a fasce bianche e nere alternate.
Ormai priva del coronamento merlato, la torre appartenne a varie famiglie volterrane (Belforti, Pannocchieschi e Inghirami) e fu sede dei Capitani di Volterra e Firenze fin quando non andò in mano ai francesi baroni de Rochefort. Vi sono numerose finestrelle e due fori, aperti trasversalmente per ordine dei Belforti, dai quali è possibile rivolgere lo sguardo verso il Mastio di Volterra e la Rocca Sillana.
Durante la Seconda Guerra Mondiale la torre servì ad una parte della popolazione come rifugio dai cannoneggiamenti. Alla fine degli anni ’60 è stata restaurata ed è attualmente di proprietà privata.
(Apt Pisa)
Montecatini Val di Cecina
Dal centro storico alle miniere del passato, viaggio in una Toscana insolita
La storia di Montecatini Val di Cecina è legata alle miniere di rame di Camporciano, già sfruttate in epoca etrusca e rimaste in attività fino al 1907. La cessazione dell'attività estrattiva, che tanto aveva contribuito allo sviluppo della zona, provocò una profonda crisi economico-sociale. ...
Approfondiscikeyboard_backspace