Sano di Pietro, Incoronazione della Vergine
account_balanceMusei

Museo d’Arte Sacra della Val d’Arbia

La collezione comprende opere d’arte sacra raccoglie la cultura figurativa senese dal XIII al XIX secolo

Via Soccini, 17

Inaugurato nel 1979 ma all’interno di un altro contesto espositivo, il Museo è stato successivamente trasferito nel palazzo Ricci Socini, un delizioso esempio di architettura e decorazione interna in stile liberty. Fu un parroco di Buonconvento, don Crescenzio Massari, che nel 1926 radunò tutte le opere d’arte recuperate dai vari depositi della chiesa, creando il nucleo originario di quello che oggi è il Museo d’Arte Sacra della Val d’Arbia, assai più ricco e completo, ma con le stesse intenzioni della raccolta iniziale: documentare il culto e l’espressione artistica della devozione nella valle.

La collezione comprende opere d’arte sacra (dipinti, sculture, oreficerie tessili) provenienti dal territorio della Val d’Arbia, a testimonianza dello svolgersi della cultura figurativa senese dal XIII al XIX secolo coi suoi maggiori protagonisti: Duccio, Pietro Lorenzetti, Luca di Tommé, Andrea di Bartolo per il Trecento; Sano di Pietro, Matteo di Giovanni, Girolamo di Benvenuto, Pietro di Domenico, Guidoccio Cozzarelli per il Quattrocento; i seguaci di Baccafumi, da Bartolomeo di David al Brescianino e al Riccio per il Cinquecento; Rutilio Manetti, Francesco Vanni, Astolfo Petrazzi, Ventura e Simondio Salimbeni, Francesco Bartolini, Bernardino Mei per il Seicento. Molto interessante è la presenza degli oggetti d’uso dalle compagnie laicali, in particolare dei cosiddetti cataletti e dei vari tabernacoli e tempietto elaborati dai maggiori artisti del tempo.

Contatti:

via Soccini 18
BUONCONVENTO (SIENA)
Telefono: 0577 807190; fax: 0577 807181
E-mail: museoartesacra@provincia.siena.it
http://www.museoartesacra.it/

Buonconvento
Incantevole borgo medievale all centro delle Crete Senesi
Destinazione ideale per chi voglia scoprire l’essenza di un borgo medievale in territorio senese è Buonconvento, da sempre racchiusa entro una cinta muraria in mattoni sormontati da archetti pensili, realizzata nel 1379 su ordine dei Governatori di Siena. ...
Approfondiscikeyboard_backspace