location_cityArchitetture

Palazzo Pitti a Firenze

La residenza dei signori della Toscana oggi è un importante polo museale

Firenze

Palazzo Pitti, nel cuore dell’Oltrarno fiorentino, è stata la reggia dei signori di Firenze e della Toscana: qui hanno abitato i Medici, poi i Lorena e in seguito all’Unità d’Italia i Savoia, negli anni in cui Firenze fu la capitale.
Lo splendido palazzo fu costruito per volere del banchiere Luca Pitti nel 1440: Giorgio Vasari attribuisce il progetto a Brunelleschi ma questa versione non è storicamente provata, mentre sarebbe stato un collaboratore del celebre architetto, Luca Fancelli, a progettare l’edificio rinascimentale, con la sua grande piazza davanti, che all’epoca era la residenza privata più ampia della città.
In seguito, nel 1550, Eleonora di Toledo, moglie di Cosimo I dei Medici, acquistò il Palazzo che venne modificato dall’Ammannati, a cui si deve la realizzazione del cortile interno e del Giardino di Boboli, mentre nel 1565 Vasari aggiunse il celebre Corridoio Vasariano, che collega l’edificio con Palazzo Vecchio, dall’altra parte dell’Arno, passando sopra Ponte Vecchio.

La Velata di Raffaello alla Galleria Palatina
La Velata di Raffaello alla Galleria Palatina

Oggi Palazzo Pitti è una delle sedi museali più importanti di Firenze: qui si può visitare la Galleria Palatina, ricca pinacoteca che conserva una notevole collezione di dipinti rinascimentali tra cui opere di Raffaello, Caravaggio e Tiziano, ma anche gli Appartamenti Reali, allestiti con gli arredi del Cinquecento.
Senza dimenticare il Tesoro dei Granduchi, già Museo degli Argenti, la raccolta di capolavori dell’oreficeria, e il Museo delle Porcellane.

Il Museo delle Porcellane e il Giardino di Boboli
Il Museo delle Porcellane e il Giardino di Boboli - Credit: KotomiCreations

Dentro il Palazzo si trova anche la Galleria d'Arte Moderna, che raccoglie molte opere dei Macchiaioli, e il Museo della Moda e del Costume, con la sua collezione di abiti antichi e moderni, accessori e costumi teatrali.
Non puà mancare una visita allo splendido Giardino di Boboli, un gioiello di natura e arte, voluto dalla famiglia dei Medici: uno dei più vasti ed eleganti giardini all'italiana al mondo che è anche un vero e proprio museo all'aperto, con sculture che vanno dall’epoca romana al Seicento.

Info: uffizi.it

Cover image credit: Hao Xu

Firenze
Una città sorprendente, in cui perdersi tra arte, storia, moda e tradizione
Chiunque intenda visitare la Toscana non potrà che passare da Firenze: la città del giglio è uno scrigno di tesori artistici e centro di una fervida vitalità. Oltre all’eccezionale patrimonio d'arte, testimonianza della sua secolare civiltà, è possibile godersi Firenze passeggiando al tramonto lungo gli incantevoli lungarni, addentrandosi tra i vicoli bohémien dell’Oltrarno o perdendosi nelle ...
Approfondiscikeyboard_backspace