account_balanceMusei

Il Museo Civico del Marmo di Carrara

In mostra la cultura e la storia dell'estrazione del marmo

Via XX Settembre, 85

Il Museo Civico del Marmo, nato nel 1982 su iniziativa del Comune di Carrara, è la casa della storica della città, in cui viene conservata e valorizzata la cultura del marmo, attraverso non solo la ricca collezione permanente ma anche convegni, mostre temporanee e simposi di scultura.
L’area dedicata all’archeologia romana presenta preziosi reperti storici rinvenuti nella cave romane di Carrara, come quelle nella zona di Fantascritti e Gioia, dove il marmo veniva estratto sin dal I secolo a.C..
Nella Marmoteca invece si possono ammirare per 310 grandi campioni di marmo, estratti non solo nella zona apuana ma anche nel resto della Toscana, in tutta Italia e all’estero, come il rarissimo marmo che si estrae nel deserto egiziano e veniva utilizzato in epoca romana.

Le cave di marmo di Carrara
Le cave di marmo di Carrara - Credit: APT Massa Carrara

In mostra nella sezione "Archeologia industriale" i macchinari e gli strumenti per l'estrazione e per la lavorazione del marmo utilizzati dall’epoca romana sino ai nostri giorni, ma anche i calchi in gesso e le riproduzioni di icone marmoree per il restauro sostituivo e diverse opere di scultura contemporanea.
La struttura museale è inoltre dotata di una biblioteca ricca di testi riguardanti il marmo e la storia locale e di un’ara multimediale dove si possono scoprire video e filmati sulle tecniche di lavorazione del marmo e su come si sono evolute nei secoli.

Info: giove.isti.cnr.it

Carrara
Da non perdere il Castello Malaspina e il parco delle Alpi Apuane
Se Carrara è da sempre conosciuta come la città del marmo un motivo c’è. L’identità di questo antico centro legata ai monti quanto al vicino Mar Ligure, sono da sempre legate alla pietra limpida che si estrae dalle cave presenti in questa zona sin dall’epoca romana. ...
Approfondiscikeyboard_backspace