Pisa, non solo Torre Pendente

Itinerario accessibile tra le piazze pisane

Indubbiamente Pisa è conosciuta per il mistero della sua Torre Pendente e per la bellezza e singolarità della Piazza dei Miracoli, famosa in tutto il mondo. Ma partendo proprio da qui, oltre il Museo dell’Opera del Duomo, possiamo scoprire altri luoghi caratteristici della città, ricchi di storia, arte e cultura, in un piacevole itinerario attraverso l’area pedonale, che dal centro storico arriva fino all’Arno.

Ecco la cinquecentesca Piazza dei Cavalieri, antica sede politica della Repubblica pisana, che ospita l’omonima chiesa (non accessibile) e il Palazzo dedicato a Santo Stefano, noto per aver combattuto contro i saraceni. Nella stessa Piazza, il Palazzo del Consiglio, il Collegio Puteano e la Torre dell’Orologio o Torre della Fame, in cui morì prigioniero il Conte Ugolino della Gherardesca nel 1288, insieme ai figli e ai nipoti, accusato di tradimento e ricordato da Dante Alighieri nella "Divina Commedia" (Inferno XXXIII, 1-90).

In questa incantevole piazza domina il maestoso Palazzo della Carovana (Giorgio Vasari), un tempo sede della scuola dei Cavalieri e oggi sede della Scuola Normale Superiore.

Proseguendo l’itinerario attraverso via San Frediano, si arriva nella zona commerciale della città: Piazza delle Vettovaglie e o del Mercato, ricostruita in età medicea merita una vista d’insieme, per la difficile percorribilità causa pavimentazione poco agibile. Da piazza delle Vettovaglie è preferibile perciò ritornare nella trecentesca strada di Borgo Stretto, con i sui portici medioevali e da sempre via commerciale della città. Una strada movimentata per  le persone, i variegati negozi e i caffè. Numerose saranno le occasioni per piacevoli soste per tutti i gusti.

Lungo il percorso troviamo la chiesa romanico-gotica di San Michele in Borgo, costruita a partire da un nucleo attestato già nel 990. Borgo Stretto sbocca in Piazza Garibaldi, in prossimità dei lungarni e del Ponte di Mezzo, il più famoso ponte della città per il Gioco del ponte, che si tiene ogni anno nel mese di giugno. Da qui si possono vedere, o raggiungere facilmente, le maestose Logge dei Banchi, che nel ‘600 ospitavano il mercato della lana e della seta e il trecentesco Palazzo Gambacorti, sede del palazzo comunale nel cuore del centro storico.
&
Accessible Tourism